22/01/18

Dal caracal alle tartarughe, ecco che cosa rischia chi ha animali esotici



Una lince selvatica al guinzaglio con tanto di pettorina trendy in giro per la città: è successo a Milano dove una donna bulgara di 36 anni portava a spasso l’animale (un Caracal) come se fosse un cagnolino. I carabinieri della Forestale hanno sequestrato la lince. Ma che cosa rischia la proprietaria? Dal punto di vista penale, l'arresto da tre mesi a un anno o un'ammenda da 7.746,85 a 103.291,30 euro. Trattandosi di pena alternativa, la signora potrebbe ricorrere all'oblazione: il reato si estinguerebbe col pagamento di circa 51mila euro.

Pontecagnano - Cane investito, la proprietaria finisce nei guai per omessa custodia e malgoverno animali art. 672 c.p. (intervento Gez Anpana)



Investito un cane denunciato il proprietario. E' accaduto sul litorale di Pontecagnano. Il cane, uno splendido esemplare da caccia, un simil pointer bianco e nero era stato da poco investito da un'auto e giaceva immobile, ma ancora vivo, sull'asfalto quando è intervenuta la guardia zoofila dell'Anpana Antonella Riviello che ha allertato la polizia locale di Pontecagnano Faiano e il servizio veterinario dell'ASL Salerno. E' stato identificato l'investitore che è sceso subito dalla vetturaoffrendo la propria

08/01/18

La Casa Di Fido: CUPIDO, aspetta la sua mamma per la vita ... dov'è...

Appello pubblicato da  "La Casa di Fido" a questo link :
 La Casa Di Fido: CUPIDO, aspetta la sua mamma per la vita ... dov'è...:


Cupido

Questo splendido meticcio tigrato di 4 anni circa è il nostro amato Cupido e, attualmente, si trova in stallo a pagamento in provincia di Torino. Cupido è stato accalappiato da cucciolo pieno di rogna nel comune di Albanella e portato in un rifugio in provincia di Salerno che ha lasciato solo pochi mesi fa. È davvero un cagnolino favoloso! 
Lo abbiamo portato a casa dopo la castrazione per capire bene il suo carattere e ce ne siamo innamorate ancora di più: va' d'accordo con i suoi simili (maschi e femmine), con i gatti, con le persone in generale, si abitua facilmente ad ogni nuova situazione, passeggia tranquillamente con pettorina e guinzaglio, fa i bisogni all'aperto.  
Seriamente, è un amore!!! 
Cupido é risultato positivo a leishmaniosi ma sta già prendendo uno sciroppo di mantenimento e la cura costa solo pochi euro al mese. Fateci un pensierino: a parte il fatto che ha un carattere straordinario, è davvero bello e vi posso garantire che le foto non gli rendono giustizia.  
Contattateci senza problemi per info, domande in generale... Qualsiasi cosa. 
Sappiate che potete anche andare a conoscerlo di persona se lo desiderate.  
Questi sono i nostri numeri di telefono: Rossella 320.4181509 - Nives 349.3041699. 
Mail: asdlacasadifido@libero.it 


NIKITA SMARRITA A BOSCO DI ALBANELLA (SA)

 


Questa richiesta di aiuto ci arriva da Bosco di Albanella (Salerno).   
 Nikita si è smarrita Sabato 6 Gennaio.   
 Aiutiamo la sua famiglia a ritrovarla condividendo queto appello in rete ovunque!
Grazie! 

19/12/17

A Natale non comprate cuccioli ma regalatevi un meticcio e soprattutto amatelo per sempre.


A Natale non comprate cuccioli
ma regalatevi un meticcio e soprattutto
amatelo per sempre.


I cuccioli sono irresistibili e sono tantissimi i genitori intenzionati a realizzare il sogno del proprio figlio: quello di trovarne uno sotto l’albero di Natale. Anche quest'anno in Italia, nel solo periodo natalizio, il commercio di cani e gatti salirà a circa 300 mila unità e saranno tantissimi i bambini che sorrideranno prendendo il piccolo animaletto tra le braccia come se fosse un giocattolo.

Purtroppo questa gioia non dura a lungo perchè il 40% dei cuccioli regalati a Natale, secondo le statistiche, vengono abbandonati in strada nel momento in cui diventano un pò più grandi e non sono più così piccoli da coccolare e da tenere in braccio.

Animali e associazioni. In vigore in Sicilia il decreto Gucciardi. Ecco cosa cambia




Pagare i rimborsi spese sostenuti da un’associazione per il trasporto di animali all’estero sarà comunque considerata un’attività commerciale. Non è la prima volta, in effetti, che dietro lauti rimborsi spese (a volte gonfiati dal costo di vaccini e sterilizzazioni più o meno rendicontate) alcuni “animalisti” si siano inventati un lavoro in nero, molto diverso dall’apparente volontariato.